Web marketing: dove e come fare pubblicità online

Vediamo ora tutto quello che riguarda il web marketing e come questa strategia potrà essere utilizzata, senza grosse difficoltà, per la propria impresa.

Il web marketing: di cosa si tratta

Il web marketing, che oggi viene definito anche come scienza, è un insieme di strategie tutte differenti tra di loro che possono essere applicate in maniera differente all’interno della rete.
Questo insieme di strategie deve ovviamente essere studiato ed adattato al proprio settore d’appartenenza in modo tale che le stesse possano offrire dei reali vantaggi a chi decide di sfruttarle in modo completo.
Sarà quindi opportuno ricordarsi del fatto che il web marketing non è dato da una formula che può essere applicata sistematicamente a tutte le diverse aziende ma, al contrario, questa deve essere studiata con attenzione in modo tale da evitare che vi possano essere delle complicazioni nel momento in cui queste tattiche vengono adoperate. Continue reading

I migliori prestiti personali

Le spese crescono e ci sono sempre imprevisti come lavori da fare in casa, l’automobile da cambiare o un intervento da affrontare per curare la propria salute. Ci sono moltissime ragioni per aver bisogno di liquidità immediata e se non si dispone del denaro, bisogna ricorrere a un finanziamento. Ma quali sono i migliori prestiti personali? Gli analisti prendono in esame periodicamente le diverse offerte del mercato, comparando i tassi di interesse e le condizioni, così da indicare quelli più convenienti per le diverse necessità di spesa. Per trovare il prestito più adatto alle proprie esigenze, si possono richiedere dei preventivi anche online. Ci sono motori di ricerca dedicati in cui fornire alcuni dati per filtrare le varie offerte e quindi arrivare alle informazioni circa le banche e le finanziarie che più rispondono ai requisiti ricercati. In questo articolo, però, ci sono alcune informazioni che saranno preziose nella ricerca della soluzione al proprio problema di liquidità. Una volta decisa la cifra necessaria, la disponibilità di budget per le rate e quindi la motivazione della richiesta, si possono individuare le proposte degli istituti di credito. Bisogna sempre chiedere copia del contratto prima di presentare l’istanza, in modo da assicurarsi che tutte le condizioni del mutuo siano esposte in maniera chiara e trasparente. I tassi di interesse sono importanti, ma è bene verificare il Taeg, ovvero quello che include tutti i tipi di spese, inclusi assicurazioni, bolli, costi di gestione, commissioni e interessi dell’ente erogatore. Ogni banca ha le sue condizioni, ecco perché bisogna fare un confronto.

Non bisogna però dimenticarsi che per trovare i migliori prestiti personali non basta prendere in esame il tasso più basso. Infatti si potrebbero verificare le condizioni di estinguere anticipatamente o di prolungare il mutuo e di dover così spendere molto più di quanto si è risparmiato per gli interessi contenuti. Bisogna fare attenzione a tutte le spese, perché le condizioni non sono solamente i tassi, ma molti altri costi riferiti a differenti situazioni di gestione del prestito. Gli esperti hanno preso in esame le varie offerte di mercato, selezionando le più convenienti suddivise per tipologia di mutuo. Ecco alcuni dati aggiornati al mese corrente. Per quanto riguarda i prestiti auto, sono risultati i più convenienti Fiditalia S.p.A. con il prodotto finanziario Fidiamo e Agos con Credito Personale. Per verificare le condizioni sono state fatte delle simulazioni, in modo da avere la certezza sul funzionamento delle due offerte. Si è ipotizzato di richiedere 10 mila euro con un rimborso in 84 rate per un impiegato 40enne residente nella provincia di Milano. Il primo istituto permette di avere una rata di 145,13 euro con un Taeg del 6,07%, mentre il secondo propone una rata di 145,37 euro al mese con un Taeg del 6,09%. Per la ristrutturazione si è deciso di richiedere lo stesso importo per il medesimo beneficiario. Agos mette a disposizione Credito Personale con una rata di 143,46 euro e con un Taeg del 5,67%. Una buona offerta arriva anche da Findomestic Banca con Credito Lavori con una rata di 146,33 euro e un Taeg di 6,22%. Mantenendo lo stesso richiedente per le altre simulazioni, si è proceduto a individuare altri mutui finalizzati.

Il prestito liquidità risulta conveniente con Fidiamo messo a punto da Fiditalia S.p.A. I 10 mila euro si possono ripagare con rate di 155,36 euro e un Taeg dell’8,30%. Agos dispone invece di Credito personale e offre il capitale da ripagare con una rata di 155,61 euro e un Taeg dell’8,33%. Se invece si desidera rinnovare il mobilio della casa si ricorre al prestito arredamento. In questo caso l’impiegato milanese dell’esempio, così come le persone interessate, possono affidarsi ad Agos che propone Credito Personale con una rata pari a 143,46 euro e un Taeg del 5,67%. In alternativa c’è Findomestic Banca con il Credito Mobili, una rata di 146,09 euro al mese e un Tag del 6,17%. Infine ci sono i prestiti consolidamento, per pagare altri mutui in corso e unificare la rata. In questo caso la soluzione più conveniente arriva da Agos, il cui Credito Personale prevede una rata di 171,22 euro al mese e un Taeg dell’11,66%. I migliori prestiti personali finalizzati sono principalmente forniti da Fiditalia, Agos e Findomestic, ma ci sono ulteriori opzioni, offerte dai mutui con la cessione del quinto dello stipendio. Non serve alcuna giustificazione per la spesa e si può contare su tassi di interesse inferiori, perché in quel caso le garanzie sono rappresentate dal salario mensile e dal TFR oppure dalla pensione. La differenza è che chi non ha un contratto di lavoro o la pensione difficilmente può accedere a tale opzione. In ogni modo è bene fare un po’ di chiarezza sui prestiti, così da capire meglio i meccanismi e approfittare delle diverse opportunità per riuscire a soddisfare la necessità di liquidità.

I prestiti personali sono finanziamenti rivolti a soggetti privati per aiutarli ad avere il denaro per acquistare l’automobile, o il veicolo che serve per i propri spostamenti, per ristrutturare l’abitazione o comprare mobili ed elettrodomestici, per pagare le tasse universitarie per i figli, per fare un viaggio o per potersi curare. Ma oltre alle tante e differenti motivazioni, il mutuo si può accendere per consolidare in un’unica rata tutti i debiti. Si sostituiscono con un finanziamento. A erogare le somme sono banche e istituti finanziari a chi ne fa domanda presentando le opportune garanzie, impegnandosi a restituire l’importo ricevuto, con i relativi interessi e sostenendo i diversi costi annessi, pagando rate mensili. Gli interessi dei prestiti possono essere fissi o variabili e la scelta può essere ardua, anche se il tasso fisso può dare sicurezza, perché resta lo stesso per tutta la durata del finanziamento, mentre il variabile può salire o scendere senza preavviso e si rischia di pagare di più. Se si dovesse optare per la cessione del quinto si avrebbe il tasso fisso, come prescritto dalle norme. Si deve comunque sempre chiedere un preventivo ed esaminare bene le condizioni, confrontando le diverse offerte. Ovviamente no si usa una simulazione, ma si svolgono i calcoli sul proprio caso con dati reali, così da essere consapevoli nel compiere le scelte. Un altro aspetto molto importante è conoscere i limiti di un prestito, perché solamente sapendo le regole si possono affrontare le procedure nel modo corretto.

L’importo di un mutuo, qualsiasi siano i migliori prestiti personali, deve fare riferimento ad alcune imposizioni di legge. Si possono richiedere poche migliaia di euro, fino ad un massimo, ma non per tutti i finanziamenti, di 90 mila euro o di 75 mila per la cessione del quinto. La durata è compresa tra 12 mesi, 24 per la cessione del quinto, e 120 mesi. In linea generale ogni somma di denaro va restituita con l’applicazione di un tasso di interesse fisso, a cui si aggiunge una polizza assicurativa per garantire il beneficiario in caso di perdita dell’impiego, di infortunio oppure di decesso. La polizza va a coprire il debito residuo che eccede il TFR o altre entrate poste a garanzia del prestito, sollevando comunque gli eredi dall’onere di pagare le rate rimaste. Se si decide di usare il finanziamento con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, è bene sapere che tutte le banche e finanziarie hanno prodotti ad hoc, ma se i lavoratori devono chiedere i preventivi, i pensionati Inps ed ex Inpdap possono approfittare delle convenzioni siglate dall’ente previdenziale. Sul sito dell’Inps c’è la lista degli istituti di credito con cui sono stati firmati gli accordi e si trovano tassi di interesse particolarmente contenuti e quindi può essere ancora più semplice trovare i migliori prestiti personali. Basterà verificare il Taeg e leggere i prospetti completi di tutte le condizioni per la restituzione, l’estinzione anticipata e il prolungamento del finanziamento. In questo modo si potrà individuare la soluzione più rispondente alle proprie esigenze di liquidità. Inoltre con la cessione del quinto si riceve il denaro in un paio di settimane.

Guida alle ristrutturazioni edili

Se avete appena acquistato un immobile e volete ristrutturarlo è sempre opportuno stilare un piano di ristrutturazione edile dove prevedere gli interventi da effettuare, i costi da sostenere e le tempistiche per la realizzazione dei lavori. Ristrutturazionitorino, grazie alla sua esperienza nel settore è la soluzione ideale per aiutarvi nella realizzazione del vostro progetto di ristrutturazione casa, appartamento o bagno. Continue reading

Come eseguire una ristrutturazione bagno

La ristrutturazione del bagno di casa o dell’ufficio non richiede una progettazione sofisticata poiché molte procedure burocratiche sono semplificate a seconda dell’importanza degli interventi. La guida di Ristrutturazionebagnomilano vi potrà essere di grande aiuto per eseguire i lavori nel modo corretto. Per evitare qualsiasi sanzione amministrativa, è bene consultare il proprio geometra oppure l’Ufficio Tecnico del Comune dove bisognerà anche richiedere gli eventuali permessi versando i pagamenti degli oneri annessi. Continue reading

Carthago: Camperis è il rivenditore ufficiale in Italia dei camper Carthago nuovi e usati

Carthago, soprannominata la Ferrari dei camper grazie alle caratteristiche costruttive di ogni modello migliorate applicando le migliori tecnologie, è il produttore di camper che è riuscito ad offrire ad un pubblico più ampio, tutte le comodità che prima erano riservate soltanto a chi acquistava un camper di lusso.

In Italia il rivenditore ufficiale dei camper Carthago è Camperis, azienda Modenese che si è riuscita a ritagliare un ruolo di prim’ordine nel settore, e per questo scelta da Carthago per rivendere in modo ufficiale i propri camper nuovi.

Da quando Camperis rivende i tanti modelli di motorhome, semi-integrali, mansardati e furgonati prodotti da Carthago, ha dato vita a una pressante e lucida campagna portando a conoscenza tutti i camperisti di quelle che sono le tante innovazioni che il brand ha portato nel settore.

Per capire meglio quali sono queste chicche innovative che sono presenti sui camper prodotti dall’azienda di Aulendorf in Germania, abbiamo posto un paio di domande proprio allo staff direttivo della concessionaria di camper Camperis.

Quali sono le caratteristiche che rendono unici i camper Carthago?

La risposta degli esperti è stata breve e precisa. Carthago è riuscita a creare un solco tra il proprio brand e la concorrenza, grazie a 5 caratteristiche uniche che riguardano la carrozzeria, lo stivaggio, il riscaldamento, la visibilità e i mobili dell’arredo.

Quali sono i pro e i contro dei camper Carthago?

Lo staff di Camperis ha elencato i seguenti pro e contro, che ogni camperista che vuole avvicinarsi a Carthago dovrebbe conoscere. Come vantaggi nello scegliere un modello qualsiasi Carthago troviamo oltre alle 5 caratteristiche elencate prima che rendono il brand unico rispetto agli altri, anche la durata sia dello stato di conservazione che del valore inteso come prezzo del camper rivenduto. Come svantaggi per i camperisti che vorrebbero acquistarli c’è la limitata disponibilità che è anche probabilmente un’arma di marketing utilizzata dall’azienda produttrice per mantenere il prezzo del singolo modello invariato nel tempo.

Prezzi materassi matrimoniali su Amazon

Acquistare un buon materasso non è una cosa a cui dare poco peso: il materasso è un prodotto per la casa che spesso rimane nella vostra camera da letto per 5, 10, se non addirittura 15 anni o più.
Dei materassi usurati o di bassa qualità non permettono di svegliarsi riposati e spesso causano anche problemi gravi a livello ortopedico.
Per non rischiare di vivere delle notti da incubo, dunque, bisogna affidarsi a dei materassi di qualità.
Per scegliere qual è il prodotto più adatto alle vostre esigenze, riporteremo di seguito una breve descrizione di quali sono le caratteristiche a cui guardare durante l’acquisto.
Innanzitutto, ovviamente, la dimensione è la prima cosa a cui fare caso. Non bisogna guardare solo alla larghezza e alla lunghezza, ma anche l’altezza, lo spessore, è un fattore fondamentale. Più un materasso è alto, maggiore sarà la sua comodità.
In secondo luogo, si può scegliere il materasso in base alla sua rigidità. In generale, bisogna scegliere il livello di rigidità in base al proprio peso e alla posizione in cui dormiamo, considerando il fattore movimento, ossia se ci si muove tanto durante il sonno oppure no.
Tutti questi fattori possono determinare una variazione della preferenza: si può scegliere un materasso in memory foam, materasso in lattice (rigidi) o i materassi morbidi.
Tenete bene a mente che i materassi memory e quelli in lattice sono i più duraturi e sono adatti per chi ha problemi alla schiena, indipendentemente dal peso, dalla posizione preferita e da quanto ci muoviamo durante la notte, che sono in ogni caso fattori molto relativi. Fatevi un giro su Migliorimaterassi.com per avere delle buone opinioni.
Una volta determinato il tipo di materasso che si adatti a voi, potete optare di procedere all’acquisto tramite il noto sito di e-commerce Amazon.
Dal sito potrete confrontare più materassi semplicemente leggendone le descrizioni, comodamente da casa vostra con il computer o con lo smartphone.
In genere, Amazon è in grado di offrire i prezzi migliori di mercato, senza dimenticare l’utilità del servizio di reso nel caso in cui non siate soddisfatti del prodotto.
La fascia di prezzo di un materasso matrimoniale su Amazon va dai 100 ai 2.000 euro, quindi ce ne sono per tutti i gusti e tutte le tasche.

Prestito per protestati e per cattivi pagatori in tempi rapidi

Purtroppo può succedere di trovarsi in stati di insolvenza e di incappare nella categoria dei protestati o di cattivo pagatore senza un reddito dimostrabile e si ha necessità di avere un prestito.
Oggi è possibile trovare la soluzione migliore per le proprie esigenze, mediante le giuste informazioni, si può ottenere un prestito per protestati e per cattivi pagatori in tempi rapidi.

Differenza tra cattivo pagatore e protestato

Per cattivo pagatore si intende il debitore che non regolarizzato il pagamento di alcune rate, oppure che ha effettuato i pagamenti ma con frequenti ritardi. Questo tipo di pagatore viene segnalato al Crif, la Centrale Rischi Informazioni Creditizie, così che tale caratteristica del soggetto venga condivisa e conosciuta in tutte le altre banche che andranno a valutare se accettare oppure rifiutare un ulteriore finanziamento, se lo stesso soggetto lo dovesse richiedere.
Per protestato si intende il debitore totalmente insolvente nel pagamento del prestito richiesto, con il possibile recupero della somma dovuta, mediante anche il pignoramento. Il protestato, quindi non ha regolarizzato il pagamento di un assegno oppure di una cambiale.

Requisiti per prestito a protestati e cattivi pagatori senza busta paga

Molte banche oggi, si sono adattate alla dilagante situazione nella richiesta di finanziamenti per andare a ricoprire le spese dedicate alla formazione, alle esigenze famigliari oppure economiche, oppure per l’acquisto di beni e servizi. Tra questi soggetti ci sono anche coloro che in passato sono stati segnalati come cattivi pagatori o protestati ed escluderli dall’accesso al credito comporterebbe una grande perdita per gli Istituti creditizi.
Per questo motivo oggi, le banche permettono con facilità di accedere al credito ai protestati, cattivi pagatori e che non hanno busta paga, con la richiesta di tassi di interesse maggiori oppure con la richiesta di altre garanzie come un garante oppure un bene mobile o immobile.

Smorfia napoletana numero 17

Il 17 nella smorfia napoletana è a’disgrazia (la sfortuna) che si abbatte su coloro che sono investiti da un dramma inaspettato che non riescono a gestire nel migliore dei modi. A tal proposito questo numero è legato ad una tragedia improvvisa capace di rivoluzionare gli equilibri faticosamente conquistati nella propria vita.

Di conseguenza il numero 17 rappresenta qualcosa di ineluttabile dalla portata devastante che può mettere a repentaglio tutte le certezze e sicurezze collezionate nel corso della propria esistenza. Particolarmente interessante è la posizione del numero 17 all’interno della griglia della smorfia napoletana. Infatti il numero 17 si posiziona tra due numeri dai significati apparentemente diversi come il 16 (il sedere) e il 18 (il sangue), laddove il primo (o’mazz) sta per fortuna e cioè per un evento positivo capace di migliorare il senso della vita mentre il secondo indica qualcosa di decisamente negativo dato che è associato al sangue in seguito ad uno scontro.

Questa disgrazia si presenta nella vita dell’uomo nel momento in cui la fortuna lo abbandona e dunque il sangue è la naturale conseguenza della sua disfatta. Infatti nel gergo napoletano “buttare il sangue” è un’espressione che indica la fatica dell’uomo a risolvere una situazione ingestibile. In generale il numero 17 è sempre associato a qualcosa di negativo e catastrofico per le sue analogie con la storia passata. A tal proposito il giorno venerdì 17 è sinonimo di sfortuna soprattutto per coloro che credono alla superstizione.
Questa leggenda viene tramandata dagli antichi Romani e in particolare col giorno del venerdì Santo, in cui secondo la tradizione avveniva la morte di Gesù. Ecco allora che per i ferventi cattolici il 17 è un giorno triste e buio per l’umanità intera e dunque nei secoli si è andato diffondendo l’idea che quel numero fosse associato necessariamente con una grande catastrofe che avrebbe cambiato l’assetto dell’universo.
Fonte: http://smorfianapoletana.org/significato-esoterico-dei-numeri

B&b Napoli , un bel modo di pernottare e di essere accolti

Se si decide di visitare la città partenopea e rimanere per una o più notti in loco, è bene sapere ove andare. Nei diversi motori di ricerca sono molte le strutture destinate all’accoglienza che si troveranno ma noi consigliamo i Bed e Breakfast che tra l’altro risultano essere tra i più apprezzati dalle persone che intendono trovare accoglienza ma non vogliono o non possono spendere cifre esorbitanti per prima colazione e pernottamento.

Qualche B&b Napoli Centro e Napoli

A seguire un elenco di B&b a Napoli Centro con relativi costi per notte:
– Base Napoli B&b: Questo Bed and Breakfast ha un prezzo base di 50€ a notte che vale sia per una camera doppia uno e doppia 2, con bagno e letto matrimoniale. Si trova a Napoli ed esattamente in Piazza San Jannazzaro N°71 molto vicina a Piazza del Plebiscito, lo stile del B&b è moderno.
– B&b In Giro per Napoli: Questo secondo B&b si trova in Via Foria N°153 vicino al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e le sue camere partono da un minimo di 60€ a notte per arrivare ad un massimo di 100€ per notte. Si può scegliere tra tre modelli di stanza: Glicine, Azzurra o Music, lo stile di queste è moderno.
– B&b Miseria e Nobiltà: Un omaggio al principe De Curtis forse? Questo B&b è davvero caratteristico della città di Napoli, il costo per notte parte da 35€ per arrivare ad un massimo di 85€ a notte. B&b del Centro Storico di Napoli, luogo estremamente ricco di storia, il Bed and Breakfast si sviluppa all’interno di un appartamento e si respira eleganza e cura nell’arredamento che riprende lo stile antico e classico. Il B&b Miseria e Nobiltà si trova a Via S. Anna dei Lombardi 5, anch’essa vicina al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Anticipazioni Un Posto al Sole: nuovi amori e.. vecchi segreti!

Un Posto al Sole continua a mietere successi e l’affetto dei fan è dimostrato dai dati sullo share che confermato la soap italiana come una delle più longeve e seguite di sempre. In queste settimane le trame sono focalizzate sulla presenza di un nuovo serial killer, la cui identità rimane per ora sconosciuta, il quale desidera emulare Leonardo Balestrieri e completare il piano agghiacciante che l’uomo, ormai in carcere, ha dovuto lasciare a metà.
Giovanna Landolfi, che al momento ha lasciato la sua attività di commissario di Polizia per seguire da vicino la palestra di Franco Boschi, è preoccupata e spaventata, soprattutto ora che ha compreso che il tecnico, che si era presentato per la manutenzione dei distributori automatici della palestra, era il maniaco tanto pericoloso e tanto ricercato. Sulle sue tracce infatti si è mosso Eugenio Nicotera, che tenta non solo di scovare l’assassino, ma anche di prevederne le possibili future mosse.
Nelle prossime settimane, molti altri avvenimenti arricchiranno la trama della soap. Anzitutto vedremo Leonardo Balestrieri che, con grande sorpresa di tutti, deciderà di collaborare con Eugenio, presentando tuttavia al magistrato alcune richieste. Ma nella soap troveranno spazio anche le storie d’amore, una in particolare che stiamo vedendo nascere in queste puntate: quella tra Amal e Niko.
Filippo e Serena invece dovranno fare i conti con il passato che non avevano mai voluto affrontare. Dopo una lieve malattia di Irene, Filippo sembra sempre più convinto di voler sottoporre la piccola all’esame del DNA per capire di chi sia realmente figlia. Serena infatti aveva subito violenza da parte di Tommaso e subito dopo si è resa conto di essere rimasta incinta. Lei e il marito hanno deciso comunque di tenere la bambina senza fare parola con nessuno dei loro dubbi rispetto alla paternità biologica. Infine ci saranno dei grandi ritorni a Palazzo Palladini: Monica Cirillo e il Dj Scheggi. Staremo a vedere!
Fonte: http://anticipazioni.org/

Prestiti personali per giovani tutte le informazioni

Prestiti personali per giovani

La richiesta di prestiti personali è diventata sempre più pressante anche da parte dei giovani che rappresentano per le banche e gli istituti di credito una fascia di clienti particolare in quanto richiedono spesso piccoli prestiti ma non hanno alcuna garanzia da offrire. Tuttavia, sono ormai molte le banche che propongono formule studiate apposta per i giovani, sotto forma di prestiti personali dedicati a soggetti tra 18 e 35 anni. Inoltre, sono disponibili anche una serie di finanziamenti concessi dall’Unione europea per i giovani imprenditori che hanno intenzione di aprire un’attività. Vediamo ulteriori informazioni sui prestiti personali per i giovani.

Tipologie di prestiti personali per giovani

Tra le formule di prestiti personali per giovani il prestito d’onore è senza dubbio una di quelle più diffuse, studiato per venire incontro agli studenti che non hanno lavoro e hanno bisogno di un finanziamento per far fronte alle spese. Nella maggior parte dei casi viene concesso sotto forma di capitale accreditato su un conto corrente e può essere utilizzato per l’acquisto di libri o magari per pagare il costo di un master. Invece, per i prestiti personali per i giovani imprenditori, le soluzioni riguardano le proposte offerte, oltre che dall’Ue, anche dagli enti locali, che attraverso il programma Garanzia Giovani li aiutano ad usufruire delle offerte dedicate all’autoimprenditorialità.

Prestiti personali per giovani con garante

I prestiti personali per giovani solitamente oscillano da 2000 euro a 15000 euro, ma per le somme più alte è spesso richiesto un garante che può intervenire nel caso il titolare del credito non può far fronte al pagamento della rata. Nel caso si tratti di somme più piccole, le banche possono anche rilasciare una carta revolving, dell’importo massimo di 1500 euro, oppure fino a 5 mila euro nel caso si tratti di prestiti di studenti universitari, restituibili con piccole rate.